UN PO' DI STORIA

Stelline e Ex Stelline

Nel 1578 l’Arcivescovo di Milano San Carlo Borromeo, prese in affitto il soppresso monastero delle Benedettine, situato presso la chiesa di Santa Maria della Stella nel borgo di Porta Vercellina a Milano. Nasceva così il luogo pio della Stella, destinato nel corso dei secoli, a trasformarsi radicalmente nelle sue finalità e divenuto l’Orfanotrofio Femminile delle Stelline.

Il nome “Stellina” è stato attribuito dai Milanesi, alle giovani ospiti.

Le giornate delle Stelline all’interno del ricovero, erano soprattutto scandite dalle preghiere e da attività prevalentemente femminili come cucito, ricamo, confezionamento biancheria, bon-ton, educazione e conduzione della casa. Ovviamente nel corso dei secoli, l’Istituto si è adeguato ed evoluto, modificando le motivazioni per l’accoglienza, l’istruzione, le regole, le professioni.

L’attuale Istituzione è unificata a quello dei Martinitt in un unico Istituto compreso nell’Ente IMMESPAT (*) -Istituto Milanese Martinitt e Stelline Pio Albergo Trivulzio- e ospita ragazzi e ragazze, bisognosi di assistenza provenienti anche da altri Paesi, accolti in comunità alloggio dislocate sul territorio di Milano, e la quotidianità è scandita dalle normali attività dei bambini o giovani (istruzione, condivisione, comunicazione, divertimento,regole, ecc.).

Le Ex Stelline, riunite nel 1893 in Associazione con il moto “Concordia e Previdenza” e con il fine di Solidarietà, Assistenza, Mutuo Soccorso. Questo il piccolo e glorioso programma messo a punto da un gruppo di ragazze battagliere e intraprendenti, ex allieve dell’Orfanotrofio Stelline. Uscite dall’Istituto e inserite subito, per necessità di vita, nella realtà di tutti i giorni, si resero conto che per lottare e non soccombere, dovevano rimanere unite, compatte e solidali contro tutte le avversità. Capirono presto le mille difficoltà che la Società, così com’era concepita, avrebbe loro riservato. Abituate a valutare le contrarietà e le opportunità, non si fecero illusioni. Per le donne lo spazio era allora decisamente angusto: lavoro mal retribuito, mancanza di assistenza a tutti i livelli, difficoltà enormi nell’ambito della conduzione familiare, una lotta continua con la durezza di una vita con poche gratificazioni. Fu questa la ragione per cui le Ex Stelline, “dominate e vinte da un pensiero che sa elevarsi oltre la contingenza dell’immediata realtà e del tempo” seppero organizzarsi, stringere i denti e trovare una formula che, nel tempo, si sarebbe rilevata felicissima e vincente. Fondarono così una società promotrice di programmi che avrebbero dimostrato, più avanti, l’illuminata intuizione di aver previsto e anticipato i tempi; una società che comprendeva le ex allieve dell’Orfanotrofio Femminile e degli altri Istituti di Beneficenza

Alcune IMMAGI di Archivio - Clicca per ingrandirle






ATTENZIONE in fase di definizione

Grazie, LO STAFF